Il virus è solo un effetto collaterale: sono le persone che quotidianamente combattono con l’ansia, la paura di affrontare la vita e la sindrome depressiva che si sono moltiplicate in questi mesi con l’aumentare della pandemia.

Voglio che il grido smetta di essere solo quello che sovrasta le altre voci, che non tiene conto di chi non ha voce, e voglio che il grido sia quello di chi non grida mai perché teme che non ci sia nessuno ad ascoltarlo. Il mio è un invito a gridare per scoprire di non essere soli. E oggi che siamo fisicamente isolati, non sentirsi soli credo sia importante. 

Fevoss (Federazione dei Servizi Socio Sanitari) e le associazioni che la compongono, anche se nei limiti imposti dalla pandemia, sono vicine nell’aiuto alle persone.

Scrivi a presidente@fevoss.org