Il 27 gennaio è la Giornata della Memoria e sono tantissimi gli eventi organizzati in ogni parte d’Italia per ricordare le violenze della Shoah.

In questo giorno del 1945, le truppe sovietiche entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz, dove sono morti migliaia di deportati. Obiettivo della giornata internazionale è non dimenticare quanto accadde nei lager. 

 

Alcune frasi tratte dal diario di Anna Frank.

È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell’intima bontà dell’uomo.

Processed with VSCO with b1 preset

Quel che è accaduto non può essere cancellato, ma si può impedire che accada di nuovo.

 Anna Frank è stata una giovane ebrea tedesca, divenuta un simbolo della Shoah per il suo diario, scritto nel periodo in cui lei e la sua famiglia si nascondevano dai nazisti, e per la sua tragica morte nel campo di concentramento di Bergen-Belsen.

«Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.»

Sono alcuni dei versi introduttivi dell’opera Se questo è un uomo di Primo Levi. Rappresenta la  testimonianza di quanto vissuto dall’autore nel campo di concentramento di Auschwitz. Levi sopravvisse alla deportazione.